Perchè rimandiamo?

Se stai leggendo questo articolo è perché questa parola ti è familiare… Sia che sia tu l’inguaribile rimandatario, il partner o un amico, queste poche righe ti potranno aiutare!

La prima domanda è:

quante volte nel corso della giornata
ti capita di “non fare oggi” e di rimandare a domani?

Se ti capita spesso è molto probabile che, di fronte alla necessità di prendere decisioni, tu viva uno stato di ansia non sempre riconoscibile dal quale ti difendi mettendo in atto la modalità della procrastinazione.
Tale modalità da una parte ti solleva immediatamente dalla situazione stressante, dall’altra, in realtà, non fa altro che aumentare il livello di ansia e stress il giorno successivo.

Il “rimandatario inguaribile” vive, infatti, un continuo senso di inadeguatezza e frustrazione per non essere riuscito a portare a termine con successo tutti gli impegni della giornata e questo contribuisce ad abbassare notevolmente la sua autostima.

L’atto di rimandare è spesso la conseguenza di :

– scarsa capacità di organizzazione
– scarsa capacità di gestione del tempo

SE IL TUO OBIETTIVO E’ QUELLO DI NON ESSERE PIU’ UN “INGUARIBILE RIMANDATARIO” QUESTI POCHI CONSIGLI TI POSSONO AIUTARE:

1- IMPARA A PIANIFICARE e a stabilire il più possibile quali sono gli impegni e il tempo che ti servirà per portarli a termine. Calcolare effettivamente quanto impiegherai a svolgere un’attività ti permetterà di non sovraccaricare la giornata di impegni che quasi sicuramente non riuscirai a portare a termine

2- IMPARA A DISTINGUERE fra ciò che ritieni “urgente” (che deve essere fatto subito) e ciò che è “importante” (che va fatto, ma non con carattere d’urgenza) per fare in modo che ciò che è “importante” non finisca per acquisire carattere di “urgenza”, mettendoti in una situazione di stress e ansia

3- IMPARA A DELEGARE, non puoi fare tutto! Devi imparare a fidarti e ad accettare che qualcun altro farà al posto tuo (in modo diverso da te…ma lo farà!)

4- CONSIDERA GLI IMPREVISTI: se non va tutto come avevi previsto non scoraggiarti e non usare nemmeno l’imprevisto come alibi; prendi in mano l’elenco dei tuoi impegni e verifica cosa puoi fare.

In questo modo imparerai a gestire il tuo tempo, piuttosto che essere gestito dai tuoi impegni!

Un saluto
Carlo Ricci

Leave a reply