Uno dei principali problemi nelle relazioni di coppia è quello di voler cambiare l’altro. Spesso si hanno delle aspettative irrealistiche e si spera che il partner cambi solo per soddisfarci.

Nella mia attività clinica di terapeuta individuale e di coppia mi capita spesso di imbattermi in questa conversazione:

Terapeuta: “Perché ha continuato il rapporto se aveva capito che c’era qualcosa che non andava? “
P: “Ho sperato che col tempo sarebbe cambiato!”
Terapeuta: “Perché doveva cambiare? In fin dei conti lo aveva preso così!”
P: “Sì, ma pensavo che stando con me sarebbe cambiato!”
Terapeuta: “Cosa l’ha portata a pensare di poter cambiare una persona? A volte non bastano anni di terapia!”
P: “L’amore! Se mi ama, può cambiare!”

Ed ecco l’inganno: l’amore ha il potere di cambiare!

Quindi se l’altro non cambia per me significa che non mi ama. E se proprio lui, al quale io ho dato tutta me stessa non mi ama abbastanza, significa che io non sono “degna d’amore”, non sono importante, non valgo abbastanza per essere amata.

Dobbiamo prima voler bene a noi stessi per poter essere amati da qualcun’altro!

Perché?

Perché il rischio è quello di riproporre sempre le solite modalità, andando affannosamente alla ricerca di qualcuno che “deve” soddisfare la nostra fame d’amore, caricandolo di aspettative che quasi certamente verranno tradite.

Se non impariamo a volerci bene e non facciamo la pace con noi stessi e con la nostra storia personale rischieremo sempre di incontrare persone che non ci danno mai abbastanza!

Un saluto
Carlo Ricci

Leave a reply